Seleziona una pagina

Se ancora sei un cliente del mercato tutelato, hai tempo fino al 31 dicembre 2021 per cambiare fornitore.
Dal 1° gennaio 2022, infatti, dovrai per forza scegliere un fornitore del mercato libero dell’energia elettrica.

Perché sono obbligato a scegliere il mercato libero? Perchè il mercato tutelato è destinato a scomparire. Il termine era inizialmente il 1° luglio 2019, poi posticipato al 1° luglio 2020 e ora, il cosiddetto decreto “mille proroghe” (decreto-legge 30 dicembre 2019, n. 162), ha rinviato ancora una volta la fine della maggior tutela al 31 dicembre 2021.

Cos’è il mercato tutelato?

Quando, oltre 10 anni fa, il mercato dell’elettricità è stato liberalizzato, fu anche introdotto il “regime di maggior tutela” per dare tempo ai consumatori di orientarsi nel mercato libero. 
Se non hai ancora scelto un fornitore del mercato libero, vuol dire che ti trovi nel mercato tutelato e paghi l’elettricità a un prezzo fissato da ARERA, ossia l’Autorità per l’energia.
Dal 1° gennaio 2022 questi prezzi tutelati scompariranno e dovrai per forza affidarti ad un fornitore nel mercato libero dell’elettricità.

Mercato Libero: Qualche consiglio da Power.it

Se vuoi passare subito al mercato libero, segui questi piccoli consigli per non fare scelte sbagliate:

1. Prenditi il tempo necessario
Non essere frettoloso nel sottoscrivere contratti che non ti convincono. Fatti lasciare la documentazione e leggila con calma per capire se ciò che ti è stato detto trova corrispondenza in quanto scritto nei documenti.

2. Poni domande specifiche
Fatti spiegare in modo per quanto tempo durano le condizioni che ti stanno offrendo. Chiedi quale tariffa sarà applicata al termine del periodo in questione. E, se ti parlano di un prezzo al kWh “tutto incluso”, fatti fornire un dettaglio delle voci incluse.

3. Non fornire i tuoi dati sensibili
Non sei tenuto a cedere nessun dato e a fornire nessuna informazione sul tuo contatore. Sono, infatti, sufficienti pochi dati e una firma falsificata e ti ritrovi con un nuovo fornitore, senza che tu l’abbia scelto

4. Diffida dai risparmi garantiti
Chi vi contatta non può sapere quanta energia consumi e quanto la paghi in bolletta. Perciò, se ti offrono sconti “vantaggiosissimi” senza i dati su i tuoi consumi, è evidente che qualcosa non torna. E attenzione: i dati glieli puoi dare solo tu e nessun altro.

E SE VUOI CONSUMARE ENERGIA 100% RINNOVABILE PER UN MONDO PIÙ EQUO E SOSTENIBILE, SCEGLI POWER.IT

CONFRONTA LE TUE BOLLETTE CON DUE CLICK E SCOPRI QUANTO RISPARMIERESTI CLICCANDO SU: CONFRONTA LE BOLLETTE

Share This

Ti piace ciò che stai leggendo?

Condividilo con i tuoi amici! Ad alcuni di loro potrebbe servire il nostro aiuto.